Search
Generic filters
Exact matches only

Come scrivere un’email dopo aver risposto ad un’offerta di lavoro

0
0
2 months ago

Hai risposto ad un’offerta di lavoro, ma poi non hai più avuto aggiornamenti, ed ora ti stai chiedendo come stia andando la ricerca di un nuovo impiegato, e se tu possa avere delle possibilità.

Scrivere un’email dopo aver risposto ad un’offerta di lavoro può essere un ottimo modo per rimanere aggiornato e anche per capire se sperare ancora nella tua possibilità di lavorare per quella determinata azienda.

Ecco, quindi, alcuni importanti consigli che potrai mettere in pratica in questi casi.

Iniziare dall’indirizzo e dal referente

Per poter scrivere un’email dopo aver risposto ad un’offerta di lavoro dovrai, come prima cosa, iniziare dall’indirizzo corretto e dal referente per l’offerta stessa.

Guarda sul sito dell’azienda e cerca di capire chi si occupi della selezione del personale.

In alcuni casi potresti non trovare subito la persona che ti interessa, e per questo potresti dover chiedere.

Puoi contattare l’ufficio informazioni dell’azienda, oppure il capo reparto relativo alla mansione per la quale ti sarai candidato, in modo da avere il nome  e l’indirizzo corretti.

Successivamente, potrai occuparti di scrivere il tuo messaggio.

Come scrivere l’email

A questo punto dovrai passare all’azione ed iniziare a scrivere la tua email.

Controlla ancora di aver annotato in modo corretto il nome del referente delle risorse umane, e scrivilo senza errori: il fatto di sbagliare fin dall’inizio la tua email potrebbe metterti in cattiva luce!

Successivamente, scrivi il motivo per il quale stai contattando l’ufficio personale: dovrai riferirti, innanzitutto, all’offerta di lavoro che avrai visto e per la quale avrai inviato il tuo cv.

In molti casi le offerte hanno dei codici, quindi potrai inserire anche questo dettaglio in modo da consentire all’ufficio personale di individuare subito la tua offerta specifica.

Indica anche quanto per te sia importante non solo l’offerta in sé, ma la possibilità di lavorare con quella determinata azienda.

Sottolinea, quindi, la tua voglia di collaborare con loro svolgendo quel compito per il quale ti sarai candidato.

Specifica quelle che sono le tue qualità, quelle che ti rendono un candidato ideale per il posto per il quale ti starai proponendo, un po’ come avresti fatto in una lettera di presentazione.

Infine, ringrazia sia per l’opportunità che ti è stata data, sia per l’attenzione che l’ufficio personale ti ha riservato anche successivamente.

Dopo aver inviato l’email

Dopo l’invio dell’email dovrai tenere dei comportamenti ulteriormente consapevoli e collaborativi.

Innanzitutto, evita di mandare più di una volta il tuo messaggio, perché questo comportamento non solo è considerato sgradevole, ma anche poco professionale.

Allo stesso tempo, non stressare l’ufficio personale con chiamate ed altre richieste, ma lascia trascorrere del tempo prima di richiedere ulteriori informazioni.

Sappi che potrai ricevere tranquillamente notizie nel momento in cui sarai stato selezionato per il lavoro.

Ulteriori consigli

Oltre ai consigli che ti abbiamo già dato, ci sono altri elementi che dovrai tenere in considerazione nel momento in cui invierai questo tipo di email.

Innanzitutto, il tuo indirizzo. Non usare un indirizzo poco professionale, ma piuttosto crea una casella di posta che sia riservata solo alle offerte di lavoro.

Infatti, un nome fantasioso potrebbe metterti in cattiva luce con chi selezionerà il personale.

Allo stesso tempo, cerca anche di utilizzare un formato di email che sia adatto. Usa un carattere professionale, evitando, ad esempio, di aggiungere colori e altri elementi che potrebbero rendere il tuo messaggio infantile.

Fai attenzione anche alla tua firma, che dovrà sempre essere professionale, e magari comprendere i tuoi contatti in modo chiaro, preciso e immediatamente comprensibile.

Seguendo tutti questi consigli avrai davvero la possibilità di fare una bella figura anche nello scrivere un’email di informazioni successiva alla candidatura.

0